Stretta di mano

Per la prima volta un presidente americano entra in Corea del Nord. Il dittatore: “Non me l’aspettavo”

Quei venti passi che Donald Trump ha calpestato ieri nel territorio nordcoreano hanno fatto la storia, perché non era mai successo prima che un presidente americano in carica varcasse il confine della zona demilitarizzata dal 1953. Se cambieranno la storia, però, dipenderà dall’esito dei negoziati che lui e Kim hanno deciso di riprendere. Tutti i capi della Casa Bianca da Reagan in poi hanno visitato la DMZ, con l’eccezione di Bush padre che lo aveva fatto da vice presidente, seguendo un….

Continua a leggere: La Stampa

Rispondi