Nations League, Italia-Polonia 2-0

Gli azzurri dominano e conquistano il primo posto nel girone. Ottima gara della nazionale, nonostante l’emergenza: in gol Jorginho su rigore e Berardi. Qualificazione alla final four a un passo

Jorginho e Berardi, l’Italia balza in testa al girone, segna un gol per tempo, il primo dagli undici metri, annichilisce la Polonia, centrando una vittoria che entusiasma per le condizioni di emergenza in cui è maturata e ancor più per come sul campo si è sviluppata. Il gol di Berardi è arrivato dopo 27 passaggi consecutivi dell’Italia, che anche senza Mancini, ancora a casa in attesa di guarire dal Covid, ha sciorinato una prestazione da applausi (virtuali, va da sé). Relegando di fatto la Polonia, temuta, temutissima, e con la quale l’ultima volta era finita 0-0, nell’insolito ruolo di sparring partner. Difficile scegliere un protagonista, tutti hanno brillato, probabilmente il gioco è il vero cardine di questa squadra che ha avuto in Jorginho e Barella due interpreti d’eccezone, complementari per come hanno condotto le danze. Geometrico il primo, tambureggiante il secondo. Ma non sono certo stati gli unici. Mercoledì se vincerà in Bosnia, l’Italia si guadagnerà le final four in Italia e la possibilità, ovviamente ancora non vicina, di poter finalmente giocare per rialzare un trofeo. Calma e gesso, aspettiamo l’ultimo tassello prima di volare alti, ma l’interpretazione a Reggio Emilia è stata magistrale e scommetterci alla vigilia non era affatto scontato.

Approfondisci: La Repubblica

Rispondi