Rifiutata al PS perché senza tampone, perde il bambino

È successo a Sassari dove una 25enne ha avuto un aborto spontaneo. L’azienda sanitaria non aveva a disposizione dei test da sottoporle e l’ha invitata a tornare a casa

Sono ancora in corso degli accertamenti per comprendere le responsabilità della tragedia accaduta nella Clinica ostetrica dell’Aou di Sassari. Una 25enne alla quinta settimana di gravidanza si era recata al pronto soccorso; qui è stata respinta perché non in possesso di un tampone Covid (pare che ne fosse sprovvisto anche l’ospedale). La donna, nelle ore successive, ha avuto un aborto spontaneo.

Oltre alle autorità, anche l’azienda sanitaria ha avviato un’indagine interna. Secondo quanto riporta anche il marito Alessia Nappi era in predi a dolori molto forti e stava perdendo del sangue quando si è recata al pronto soccorso.

Non essendo tamponata e non avendo la struttura a disposizione test da sottoporle al momento, la ragazza è stata rimandata a casa con il consiglio di prendere una tachipirina e ripresentarsi il giorno dopo. Una volta arrivata a casa, però, le sue condizioni si sono aggravate, portando alla perdita del bambino.

«So che ci sono tanti medici e infermieri in gamba, che fanno il loro dovere e sono sotto pressione. Nel mio caso però è mancata un minimo di umanità» ha dichiarato la donna al Messaggero.

di: Marianna MANCINI

FOTO: PIXABAY

Rispondi