Scalfarotto: la legge sul fine vita è priorità della legislatura

Il testo ha ricevuto il primo ok alla Camera ed è ora in discussione al Senato

All’interno del suo podcast In viaggio per Itaca, in onda alle 17 su Radio Leopolda, il sottosegretario all’Interno Ivan Scalfarotto è tornato a parlare della legge sul fine vita. La settimana scorsa la Camera ha dato il suo ok (lo abbiamo visto qui) alla bozza, attualmente al vaglio del Senato.

Questo testo “è certamente figlio di un compromesso“, ammette Scalfarotto, che però “ha consentito di incassare il primo via libera del Parlamento“.

«La legge sul fine vita è fondamentale, dobbiamo riconoscere anche per legge il fondamentale diritto all’autodeterminazione delle persone» ha ribadito Scalfarotto, fra i primi promotori della battaglia politica per una legge sul fine vita.

«Per quanto mi riguarda, non dovrebbero mai più esserci casi come quello di Mario Monicelli, io adotterei una soluzione come quella che esiste in Svizzera». La questione, ammette lo stesso Scalfarotto, è delicata perché chiede di bilanciare interessi e posizioni differenti: «sarà dunque necessario incontrarsi per trovare un punto di caduta accettabile per tutti».

«Mi auguro davvero che la politica voglia riconoscere ai cittadini quella possibilità che la Corte Costituzionale, e attraverso la sua decisione il nostro ordinamento, ha già formalmente sancito» conclude.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/ETTORE FERRARI

Rispondi