Kiev, coprifuoco fino a mercoledì

La vicepremier ucraina Vereschuk lancia un appello ai partner europei per istituire una no-fly zone. La Russia annuncia che continuerà a utilizzare missili ipersonici.Un sito russo filo-Cremlino, poi hackerato, pubblica il bilancio delle vittime di Mosca: sarebbero quasi 10mila soldati

Continua la guerra in Ucraina. Scatta di nuovo il coprifuoco a Kiev. Il corrispondente della BBC nella capitale ucraina, James Waterhouse, annuncia che nella Capitale il coprifuoco sarà in vigore fino alle 7 di mercoledì mattina, per 35 ore. Le autorità riferiscono che chiunque verrà visto per le strade (senza un pass speciale o non dirigendosi verso un rifugio) negli orari del coprifuoco verrà considerato un nemico.

Tatyana Moskalkova, commissaria russa per i Diritti Umani, ha confermato la liberazione di 9 prigionieri russi da parte degli ucraini nei giorni scorsi in cambio del sindaco di Melitopol, Ivan Fyodorov. Si tratta, ha commentato, del primo accordo simile stretto da Mosca e Kiev dall’inizio del conflitto quasi un mese fa. I prigionieri sono stati selezionati dalla lista da lei compilata.

Il ministero della difesa russo ha annunciato che Mosca continuerà a usare il missile ipersonico Kh-47M2 Kinzhal per colpire obiettivi in Ucraina. «Attacchi con questo sistema di missili aria terra contro le infrastrutture militari ucraine continueranno durante l’operazione militare speciale» ha detto Igor Konashenkov, capo del Dipartimento dell’informazione e delle comunicazioni esterne del Ministero della difesa. Nei giorni scorsi la Russia aveva dichiarato di aver fatto ricorso due volte a questo tipo di missili capaci di eludere le difese anti missilistiche.

La vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk ha fatto appello ai partner europei affinché sostengano l’Ucraina decretando un no-fly zone sugli impianti nucleari. Lo riferisce Ukrinform. Secondo Vereschuk, in Europa oggi la sicurezza non è garantita. «Il minimo che la comunità internazionale può fare oggi – e questo è anche quanto afferma il presidente Volodymyr Zelensky – è garantire una no-fly zone sugli impianti nucleari in Ucraina per evitare una vera minaccia per il mondo intero» ha sottolineato la vicepremier.

Secondo il giornale russo filo-Cremlino Komsomolskaya Pravda nella guerra in Ucraina finora sono morti 9.861 soldati russi e in 16.153 sono rimasti feriti. L’articolo, ripreso da altri media e rimbalzato su Twitter, è stato poi prontamente cancellato. Finora Mosca ha fornito solo una volta dati sui suoi morti nell’invasione dell’Ucraina: il 2 marzo aveva riferito di 498 vittime.

Rimane in agguato la possibilità di cyberattacchi. «Se la Russia farà un cyber attacco contro di noi, gli Usa risponderanno» ha detto Anne Neuberger, consigliera per la cyber sicurezza Usa.

L’autorità delle telecomunicazioni russa Roskomnadzor ha bloccato il sito internazionale di Euronews e della sua versione russa su richiesta della procura. Non è stato chiarito il motivo dello stop.

Sono quasi 6 milioni e mezzo le persone sfollate all’interno dell’Ucraina, secondo uno studio condotto tra il 9 e il 16 marzo dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim). I dati mostrano che il 13,5% delle persone sfollate aveva già vissuto la stessa esperienza tra il 2014 e il 2015. Tra gli sfollati vi sono molte donne incinte o nel periodo di allattamento, anziani, persone con disabilità o malattie croniche e persone vittime di violenze.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/ TWITTER StratcomCentre/status

Rispondi