False vaccinazioni, arrestati medico e cinque intermediari

A Verona i “clienti” pagavano fino a 300 euro per ricevere il certificato di avvenuta inoculazione anti-Covid

I Carabinieri del Nas hanno sgominato l’ennesimo meccanismo di false vaccinazioni anti-Covid perpetrato da un medico, questa volta a Verona. Gli agenti del comando di Padova hanno arrestato un medico di base ritenuto colpevole di aver simulato la somministrazione del vaccino sotto compenso.

L’ordinanza di custodia cautelare è scattata anche nei confronti di cinque persone che fungevano da intermediari e si occupavano di procurare al medico i pazienti interessati a pagare per ricevere il Green Pass.

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di peculato, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, esercizio abusivo di professione, epidemia colposa, falsità ideologica commessa da un pubblico ufficiale in atti pubblici e in certificati, truffa aggravata.

In totale i Nas avrebbero accertato 285 presunti casi di corruzione ad altrettante persone che, pagando 300 euro, ricevevano il certificato di avvenuta vaccinazione senza però sottoporsi all’inoculazione.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/US/CARABINIERI

Rispondi