Precipita per 200 metri da un crepaccio, muore nel rietino

La vittima è un 42enne romano che stava passeggiando sul Monte Terminillo con un amico

Ieri sera un uomo ha perso la vita cadendo da un crepaccio sul Monte Terminillo, a Rieti. Il 42enne di Roma, Antonio Muredda, stava facendo trekking con un amico quando, per motivi ancora da accertare, è precipitato in prossimità della cresta del Monte Elefante, nel territorio comunale di Micigliano.

La caduta di 200 metri è stata fatale: nonostante l’allarme ai soccorritori e l’arrivo sul posto dei Vigili del Fuoco e degli alpini, non hanno potuto che recuperare il corpo, con un’operazione resa complessa anche dalle condizioni de luogo.

Sull’incidente è stata aperta un’inchiesta dei magistrati della Procura di Rieti.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/ SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO

Rispondi