Maxi-tamponamento sulla A16, indagato 56enne per omicidio stradale

Nell’incidente ha perso la vita un 42enne di Somma Vesuviana mentre altre 8 persone coinvolte sono rimaste ferite

Nella serata di venerdì 25 marzo si è verificato un maxi-tamponamento sulla A16 Napoli-Canosa tra i caselli autostradali di Baiano e Tufino, nel territorio comunale di Casamarciano (ne avevamo parlato qui). Oggi per quell’incidente la Procura di Nola ha iscritto nel registro degli indagati un 56enne di Avellino con l’ipotesi di reato di omicidio stradale.

Nell’incidente è morto Pasquale La Rocca D’Avino, 42 anni, di Somma Vesuviana e sono rimasti ferite altre 8 persone, di cui una ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Avellino.

Sono stati disposti due accertamenti tecnici irripetibili, quali l’autopsia sulla salma della vittima e una perizia cinematica per stabilire la complessa dinamica del sinistro. Secondo l’esame autoptico, La Rocca D’Avino sarebbe effettivamente morto per un gravissima trauma cranico derivante dal violento impatto dell’incidente.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/ STRINGER

Rispondi