Etiopia, bombardato campo profughi: 56 morti

Non è ancora chiara la natura dell’attacco, probabilmente connesso alla guerriglia civile che sconvolge la zona del Tigrè

In Etiopia è stato bombardato un campo profughi nella regione del Tigrè. Lo ha riportato Reuters, secondo cui le vittime sarebbero almeno 56, oltre a 30 feriti. Il bombardamento è stato raccontato anche da alcuni testimoni, cooperanti e autorità locali, ma non sono ancora chiare le sue dinamiche né i suoi mandanti.

Si pensa che possa trattarsi di una decisione dell’esercito etiope, impegnato in una guerra civile contro alcuni gruppi separatisti proprio nella zona del Tigrè. Non sarebbe il primo caso di attacco ai civili da parte dell’esercito, come hanno testimoniato più volte anche le ong che operano sul territorio.

Lo stesso primo ministro Abiy Ahmed, già premio Nobel per Pace nel 2019, aveva definito gli scontri civili nella zona del Tigrè una “guerriglia difficile e sfiancante“.

di: Marianna MANCINI

FOTO: EPA/STR

Rispondi