Giallo David Rossi, perizia su lettera di addio

La data di creazione è successiva alla morte, Zanetti: “questione merita di essere approfondita”

Aumentano i dubbi sul suicidio di David Rossi, l’ex responsabile della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena. Il manager è morto la sera del 6 marzo 2013 cadendo da una finestra laterale della sede centrale di Mps in piazza Salimbeni. Poco prima dell’apparente suicidio, Rossi scrisse una mail per spiegare il suo gesto: ma adesso quella stessa mail risulta essere stata creata dopo la sua morte.

A rivelarlo è la polizia postale, come riportato da L’Espresso: pare che l’email incriminata, apparentemente inviata il 4 marzo 2013, sia stata invece creata il 7 marzo. Il testo era il seguente: “Stasera mi suicido, sul serio. Aiutatemi!!!”, ed era all’interno di uno scambio tra Rossi e l’ex ad del Monte dei Paschi, Fabrizio Viola, il quale davanti a magistrati ha riconosciuto tutta la corrispondenza letta quel giorno, tranne quella in cui Rossi avrebbe manifestato l’intenzione di togliersi la vita.

L’anomalia appare evidente: la polizia ha trovato due versioni della mail, con la stessa frase, ma con data di creazione 7 marzo 2013 alle ore 11:41. Il delivery time è invece del 4 marzo 2013 alle 10:13.

Emerge ora un altro particolare: il giudice per le indagini preliminari di Genova, Franca Borzone, oggi in pensione, aveva mandato alla procura di Siena la relazione della polizia postale in cui si diceva che la mail in cui David Rossi annunciava il suicidio era stata “creata dopo la sua morte”. Borzone aveva trasmesso gli atti dopo avere archiviato l’inchiesta sui presunti festini a luci rosse a cui avrebbero partecipato alcuni pm senesi e che per questo avrebbero archiviato le indagini sulla morte di Rossi.

La famiglia di David Rossi ha contestato fin dal primo momento l’ipotesi del suicidio. Adesso, il presidente della Commissione d’inchiesta parlamentare Pierantonio Zanettin ha dichiarato che la data dell’email va presa in considerazione: «la questione , emersa nella giornata di ieri, della data di creazione della lettera con cui David Rossi annunciava il proprio suicidio, in data successiva alla sua morte, merita di essere accuratamente approfondita in sede peritale, e, ove trovasse conferma, getterebbe un’ombra inquietante sull’intera vicenda – ha detto. – Ho quindi convocato in via d’urgenza per mercoledì prossimo l’ufficio di presidenza della commissione per affidare ai corpi speciali dei Carabinieri, già incaricati della maxi perizia, uno specifico ed articolato quesito sulla questione».

di: Micaela FERRARO

Rispondi