Catanzaro, 49enne strangola la moglie

L’uomo avrebbe confessato il delitto al datore di lavoro, che ha avvertito i Carabinieri. L’operaio è stato fermato con l’accusa di omicidio volontario aggravato

Un altro femminicidio macchia la Penisola. Un uomo ha strangolato la moglie e ha poi confessato l’omicidio al datore di lavoro. È accaduto a Motta Santa Lucia, in provincia di Catanzaro, nella tarda serata di sabato. Nei confronti dell’autore del delitto, un operaio 49enne di origine marocchina, è stato emesso un provvedimento di fermo.

Secondo alle prime ricostruzioni, l’uomo, dopo una lite, avrebbe prima aggredito la donna per poi strangolarla. Ad avvertire i Carabinieri sarebbe stato il datore di lavoro dell’operaio, a cui il 49enne avrebbe confessato l’assassinio. L’uomo, accusato di omicidio volontario aggravato, è stato portato in caserma, mentre a casa della coppia sono stati eseguiti i rilievi tecnico-scientifici da parte del Reparto operativo di Catanzaro. L’indagine è affidata alla procura di Lamezia Terme.

Al momento i militari dell’Arma stanno raccogliendo ulteriori informazioni sull’accaduto.

di: Francesca LASI

FOTO: PIXABAY

Rispondi