Raid nello Yemen, 14 morti

La reazione all’indomani dell’attacco aereo dei ribelli Huthi su Abu Dhabi

L’aviazione saudita ha effettuato un raid a Sanaa, capitale dello Yemen, all’indomani dell’attacco aereo dei ribelli Huthi su Abu Dhabi (di cui abbiamo parlato qui).

Al momento il bilancio riportato dalle tv panarabe è di 14 morti.

Sono state colpite anche abitazioni civili e i media riferiscono dell’uccisione di un generale in pensione delle forze yemenite insieme a moglie e figlio.

Grande preoccupazione dall’Onu: «il 2022 ha visto il conflitto intensificarsi e negli ultimi giorni ci sono stati decine di attacchi aerei e di artiglieria lanciati dalle parti con apparentemente scarso riguardo per i civili – ha detto la portavoce Shamsdasani – i dati raccolti dall’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani indicano che, a gennaio, ci sono stati 839 attacchi aerei da parte della coalizione a guida saudita, rispetto ai 1.074 nel mese di dicembre. A dicembre ci sono stati circa 16 attacchi di droni, 12 di missili balistici e altri tre attacchi lanciati dalle forze di Ansar Allah. Ad oggi a gennaio i rapporti indicano che ci sono stati 10 attacchi di droni verso l’Arabia Saudita».

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi