Adele rinvia il ritorno sulle scene

La popstar britannica ha annunciato lo slittamento della sua residency a Las Vegas: “sono davvero dispiaciuta ma metà della mia squadra ha il Covid”

L’attesissimo ritorno sui palchi di Adele, atteso per oggi, è stato rinviato. La cantante britannica ha annunciato con un video postato sui social che la sua residency di concerti a Las Vegas non partirà nelle prossime ore. «Sono davvero dispiaciuta – ha detto la popstar in lacrime – metà della mia squadra ha il Covid e non siamo riusciti a finire con la preparazione dello show».

L’agenda di Adele prevedeva ben 24 concerti nello storico Ceasar Palace, un’intensa tranche che avrebbe inaugurato il suo ritorno sulle scene. I concerti sono quindi rimandati a data da destinarsi, vista l’incertezza della pandemia.

«Sono stata sveglia per cercare di salvare lo spettacolo ma non c’è più tempo. Mi dispiace che sia così all’ultimo minuto. Sono così arrabbiata e imbarazzata. Stiamo riprogrammando tutte le date, ci stiamo lavorando proprio ora» ha spiegato l’artista.

Nel frattempo, sono state diffuse alcune indiscrezioni sul contratto di residency. Adele sarebbe una degli artisti più pagati di sempre per questa programmazione live, con un cachet di circa 600mila euro a serata: 14 milioni e 300 mila euro in totale. Oltre ai compensi, la cantante avrebbe poi diritto a una suite da 30mila euro a notte, comprensiva di uno staff al completo, dal maggiordomo ai bodyguard.

di: Marianna MANCINI

FOTO: PIXABAY

Rispondi