Ex vertice Sicilia Digitale citato dalla Corte dei Conti

Coinvolti Antonio Ingroia, Dario Corona, Massimo Dell’Utri e Dario Colombo

Gli ex vertici della società regionale Sicilia Digitale, tra cui l’ex magistrato Antonio Ingroia e l’ex direttore generale Dario Colombo, sono stati citati in giudizio dalla Procura regionale della Corte dei conti per presunti danni erariali.

Sarebbero due i casi contestati. Il primo farebbe riferimento al compenso superiore ai limiti di legge erogato a Colombo (stimato in 778.901 euro in cinque anni), anche in contrasto con quanto richiesto dalla Regione Siciliana, socio unico di Sicilia Digitale. Il compenso non sarebbe stato rimodulato nei limiti legali, la società e il direttore generale, invece, avrebbero condiviso le rivendicazioni dell’ex direttore Colombo arrivando a una conciliazione giudiziale i cui effetti sostanziali non avrebbero modificato il trattamento economico.

Il secondo caso, invece, riguarderebbe le spese di missione di Colombo, liquidate per raggiungere la sede societaria di Palermo da una presunta sede di Sicilia Digitale nel comune di Catania. Il danno quantificato sarebbe, in cinque anni, di 49.373 euro.

Il danno ipotizzato è stato suddiviso tra i soggetti citati. In particolare: Antonio Ingroia per euro 390.871,56, Dario Corona per 105.737 euro, Massimo Dell’Utri per 86.856 euro e il direttore generale pro tempore Dario Colombo per 244.809 euro.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: PIXABAY

Rispondi