Ritirata la circolare per il rinvio di operazioni non urgenti ai no-vax

Fabrizio Pregliasco ha annunciato lo stop al provvedimento che era stato adottato in via emergenziale per due settimane nell’Istituto Galeazzi di cui è direttore

La scorsa settimana la direzione generale Welfare di Regione Lombardia aveva aperto un’ispezione interna nell’Istituto ortopedico Galeazzi di Milano a seguito del rinvio di alcuni interventi a pazienti non in possesso del Super Green Pass (qui la vicenda). Oggi la circolare che aveva congelato le operazioni non urgenti per i non vaccinati è stata rimossa.

Lo ha annunciato il direttore sanitario del Galeazzi Fabrizio Pregliasco, che ha inviato una lettera al direttore del La Verità Maurizio Belpietro. Nella missiva si legge come la direttiva “considerata lesiva dei diritti dei pazienti non vaccinati” fosse nata in un “contesto di particolare emergenza, determinata dalla allora crescente pressione sull’attività ospedaliera“.

In quel contesto quindi, l’Istituto aveva rinviato “solo per un periodo di due settimane” alcuni interventi non urgenti dei pazienti più fragili, includendo anche chi non aveva effettuato la vaccinazione anti-Covid “per proteggere da un’eventuale infezione proprio i soggetti vulnerabili che più facilmente la contraggono e per non rischiare di vedere crescere l’occupazione dei letti in terapia intensiva“.

«Ssono sinceramente dispiaciuto per i disagi arrecati ad alcuni nostri pazienti, non per nostra volontà, ma a causa dell’emergenza verificatasi due settimane fa – conclude Pregliasco, che annuncia di aver – già dato disposizione perché siano ricontattati per riprogrammare gli interventi».

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA / MATTEO BAZZI

Rispondi