Operazione antidroga a Catania, 33 arresti

Secondo le indagini della Dda l’operazione fruttava proventi per 10mila euro al giorno

La Squadra Mobile di Catania ha eseguito un’operazione antidroga nel rione San Giovanni Galermo del capoluogo di provincia siciliano, sgominando una banda che gestiva una piazza di spaccio diffusa in via Ustica.

In totale sono state arrestate 33 persone, cui sono stati consultati reati a vario titolo quali associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanza stupefacente e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il blitz rientra nell’inchiesta “Mezzaluna”, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura etnea. Le indagini della Dda hanno permesso di individuare i capi promotori dello spaccio in Vito Claudio Gangi, 55 anni, Concetto Renato Consoli, 56, e Carmelo Ventaloro, 58.

A sostegno dell’accusa anche le riprese delle telecamere nascoste della polizia e la collaborazione di agenti sotto copertura che hanno permesso di ricostruire un sistema di spaccio suddiviso in cinque turni e distribuito in luoghi precisi.

L’attività di spaccio era corredata da iniziative di “fidelizzazione” dei clienti; a Natale, per esempio, gli acquirenti abituali di cocaina e marijuana avevano ricevuto un panettone in omaggio.

La Dda ha stimato proventi per 10mila euro al giorno che confluivano in una cassa comune e venivano poi re-distribuiti.

La cocaina arrivava a Catania da alcuni contatti con trafficanti calabresi; nell’ambito di Mezzaluna nel 2020 era stato arrestato anche Salvatore Giuffrida, sbarcato da un traghetto proveniente da Villa San Giovanni nel reggiano con cinque chili di cocaina destinati proprio alla piazza di via Ustica.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/Polizia

Rispondi