Putin allo stadio a Mosca per anniversario annessione Crimea

Il presidente russo ha parlato alla Nazione dallo stadio della Capitale

Vladimir Putin in occasione dell’anniversario dell’annessione della Crimea ha parlato alla Nazione dallo stadio di Mosca.

«Sono gli abitanti della Crimea che hanno fatto la scelta giusta, hanno messo un ostacolo al nazionalismo e al nazismo, che continua ad esserci nel Donbass, con operazioni punitive di quella popolazione. Sono stati vittime di attacchi aerei ed è questo che noi chiamiamo genocidio. Evitarlo è l’obiettivo della nostra operazione militare – ha detto in apertura del concerto – attueremo tutti i nostri piani in Ucraina».

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha lodato “l’eroismo” dei militari russi impegnati nell'”operazione speciale” in Ucraina sottolineando che “da tempo non eravamo così uniti”. Infine, cita anche la Bibbia: “non c’è amore più grande di dare la propria vita per i propri amici“, ha scandito lo zar.

A questo punto, la Tv di Stato russa ha tagliato improvvisamente il discorso e a questa decisione sono seguiti canti patriottici. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha detto a Ria Novosti che l’interruzione è stata dovuta a “un guasto tecnico”.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/EPA/ORESTIS PANAGIOTOU

Rispondi