Milano, arrestato il figlio della donna accoltellata

Il 28enne è stato fermato con l’accusa di omicidio volontario

Secondo gli inquirenti è il figlio il colpevole dell’omicidio della donna accoltellata ieri a Cologno Monzese, in provincia di Milano (leggi qui).

Daniele Gandolfo, 28enne, è stato ricoverato in ospedale ed è piantonato. Secondo gli inquirenti il giovane avrebbe agito da solo, mentre nella loro stanza dormivano le sue sorelle, due gemelle di 24 anni affette da sindrome di down. Lunedì era stato visto vagare in strada, urlando che avrebbe ammazzato la madre, tanto da spingere i residenti a chiamare il 112.

Il movente non è stato ancora chiarito.

La vittima, 61enne, Maria Begona Gancedo, è stata trovata esanime sul suo letto, in una pozza di sangue. Sul torace e all’addome, i segni delle coltellate. L’arma del delitto, un coltello da cucina, è stato ritrovato poco distante.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti Daniele Gandolfo dopo aver dato in escandescenze per strada, facendo chiamare il 112, il 28enne ha deciso di non salire in ambulanza e i sanitari non avrebbero ritenuto necessario trasportarlo in ospedale. Ieri mattina il giovane avrebbe ucciso la madre mentre era a letto, al termine di una lite.

Gandolfo resta ricoverato in psichiatria e la valutazione delle sue condizioni psichiche sarà decisiva per il proseguo dell’iter giudiziario.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi