Cadavere nel bresciano, confessa l’omicida di Carol Maltesi

La giovane era un’attrice hard ed è stata riconosciuta anche grazie ai tatuaggi

Ci sono già degli sviluppi nell’inquietante giallo che si è aperto in Valle Camonica, dove ieri è stato ritrovato in una rupe il cadavere fatto a pezzi di una donna all’interno di sacchi neri (qui). Un uomo di 43 anni ha confessato di aver ucciso e fatto a pezzi la 25enne Carol Maltesi.

La ragazza è stata riconosciuta anche grazie a dei tatuaggi; pare che si trattasse di un’influencer nota nel mondo del porno con il nome di Charlotte Angie.

Stando alla confessione dell’uomo, l’omicidio risalirebbe a gennaio. Il 43enne avrebbe ucciso Carol nella casa della ragazza a Milano, riponendo il suo corpo in congelatore. In un secondo momento avrebbe fatto a pezzi il cadavere e l’avrebbe lanciato nel dirupo nel quale è stato rinvenuto.

L’uomo è stato arrestato ed è accusato di omicidio volontario aggravato, distruzione e occultamento di cadavere. Non si conoscono ancora i moventi del gesto.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/FILIPPO VENEZIA

Rispondi