42enne reggino arrestato per diffusione di materiale pedopornografico

L’uomo deteneva un ingente quantitativo di file multimediali ritraenti minori

Salgono a due i casi di oggi di arresti per possesso di materiale pedopornografico (leggi qui). L’ultimo ha visto la polizia postale di Reggio Calabria trarre in arresto un 42enne con l’accusa di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico mediante social network.

Durante una perquisizione eseguita nell’ambito delle attività per il contrasto alla pedopornografia online, l’uomo è stato trovato in possesso di un ingente quantitativo di file multimediali ritraenti minori anche di tenera età, archiviato sia sui propri dispositivi fissi e mobili, sia direttamente sul web, in cloud.

Le indagini, coordinate dalla Procura e dirette da Giovanni Bombardieri, sono partite dopo una segnalazione nel circuito internazionale di cooperazione in materia di contrasto allo sfruttamento dei minori online di cui fa parte il C.N.C.P.O., Centro Nazionale per Contrasto alla Pedopornografia Online, di Roma.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/UFF. STAMPA POLIZIA DI STATO

Rispondi