Dal Fmi all’Ocse, perché gli organismi internazionali bocciano il governo Lega-M5S

L’Ocse ha invitato Roma ad «abrogare le modifiche alle regole sul pensionamento anticipato introdotte nel 2019 e mantenere il nesso tra l’età pensionabile e la speranza di vita»

Il segretario generale dell’Organizzazione, Angel Gurria, durante la presentazione del report ha spiegato che una marcia indietro sul regime di pensionamento anticipato introdotto con “Quota 100” consentirebbe di liberare risorse per 40 miliardi di euro da qui al 2025.

Approfondisci: Business24; Fonte: Il Sole 24 Ore

Rispondi