Il Papa invoca la fine della pandemia al Crocifisso della Grande Peste

Il pontefice ha pregato prima la Vergine a Santa Maria Maggiore e poi si è incamminato verso la chiesa di San Marcello al Corso, dove si trova il Crocifisso che nel 1522 fu portato in processione perché finisse la pestilenza che stava squassando Roma

Questo pomeriggio, poco dopo le 16, Papa Francesco ha lasciato il Vaticano in forma privata e si è recato in visita alla Basilica di Santa Maria Maggiore, per rivolgere una preghiera alla Vergine, Salus populi Romani, la cui icona è lì custodita e venerata. Lo riferisce il direttore della Sala Stampa della Santa Sede Matteo Bruni. Successivamente, facendo un tratto di Via del Corso a piedi, come in pellegrinaggio, il Pontefice ha raggiunto la chiesa di San Marcello al Corso, dove si trova il Crocifisso miracoloso che nel 1522 venne portato in processione per i quartieri della città perché finisse la “Grande Peste” a Roma.

Approfondisci: Agi

Rispondi