Milano, “troppo disinvolta”: Corte di Appello riduce la pena allo stupratore

Fa discutere la sentenza decisa per un 63enne che ha sequestrato, picchiato e violentato la ex convivente. Per i giudici era “esasperato” dalla donna

Fa discutere la riduzione di pena, per quanto esigua, decisa dalla Corte di Appello di Milano per un 63enne condannato per aver sequestrato, picchiato e violentato la sua ex convivente. Per i giudici, che hanno limato la sentenza da 5 anni a 4 anni e 4 mesi, in “un contesto familiare degradato” l’intensità del dolo dei reati è attenuata dal fatto che l’uomo “era esasperato dalla condotta troppo disinvolta della donna”.

Approfondisci: Tgcom24

Rispondi