Nel piacentino è “vietato ammalarsi”: la provocazione del sindaco

Con una singolare ordinanza, il Comune di Ferriere invita i cittadini a “non avere necessità del medico” poiché l’Ausl di riferimento ha tolto il servizio di guardia medica

I cittadini di Ferriere (PC) sono stati invitati dal sindaco a “porre in essere ogni attenzione al fine di evitare di avere necessità del medico nei giorni prefestivi e festivi e dalle 20 alle 8 nei giorni feriali“. L’ordinanza del primo cittadino Carlotta Oppizzi è una provocazione in piena regola, riferita al fatto che l’Ausl piacentina ha recentemente tolto il servizio di guardia medica.

Accanto al sindaco di Ferriere anche quello del vicino Comune di Ottone, in alta Valtrebbia, anch’esso tagliato fuori dai servizi dell’Ausl. Alcuni cittadini, raccogliendo la provocazione, hanno avviato una raccolta di firme online per chiedere all’azienda sanitaria di ripristinare il servizio: dopo pochi giorni sono già quattromila le adesioni alla petizione.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA

Rispondi