Assolto Padalino, era accusato di corruzione

La Procura aveva chiesto tre anni per presunti favori

È stato assolto l’ex pm di Torino Andrea Padalino, che era stato accusato di corruzione in atti giudiziari e abuso d’ufficio nell’inchiesta su presunti favoritismi in Procura.

Padalino era imputato con rito abbreviato davanti al Gup di Milano Carlo Ottone De Marchi, e la procura milanese aveva chiesto tre anni di carcere.

Sono stati ritenuti innocenti anche i coimputati: l’ex finanziere Fabio Pettinicchio, l’oculista Gianluigi Nuzzi e il presidente della bocciofila Crimea Angelo Marello.

È stato invece condannato a due anni, cinque mesi e 10 giorni l’appuntato dei carabinieri Renato De Matteis: è caduta l’accusa di corruzione in atti giudiziari anche per lui per tutti i capi d’imputazione, mentre il reato è stato riqualificato in abuso in atti d’ufficio.

L’inchiesta era stata avviata dalla procura di Torino e poi trasferita a Milano e si incentrava su un presunto sistema clientelare noto come “cricca dei favori”. Secondo l’accusa, Padalino in cambio di favori di natura giudiziaria avrebbe ottenuto diverse utilità, tra cui una cena e un soggiorno gratuito a Vila Crespi, noto ristorante sul Lago d’Orta dello chef stellato Antonino Cannavaccuiolo.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi