Grecia, si apre il processo all’allenatore che avrebbe violentato una 11enne

Triantafyllos Apostolou, allenatore di vela, era stato denunciato dalla minore nell’ambito del MeToo

Questa mattina ha avuto inizio ad Atene il processo che vede imputato un allenatore di vela, accusato di “violenza sessuale e psicologica” ai danni di una 11enne nel 2010. Lo rende noto il Guardian.

A far emergere il caso era stata la denuncia nel dicembre 2020 di Sofia Bekatorou, campionessa olimpica di vela, in merito a presunte violenze sessuali subite da parte di un dirigente della Federazione durante la preparazione per le Olimpiadi di Sidney nel 2000.

Le dichiarazioni dell’atleta, 21enne all’epoca dei fatti, avevano fatto sì che emergessero storie simili, tra cui quella della 11enne che ha puntato il dito contro l’allenatore 32enne Triantafyllos Apostolou. L’imputato si era difeso, definendo consensuali i rapporti. «Dovevamo sposarci e sua madre era d’accordo» – aveva dichiarato al quotidiano Proto Thema.

Il processo si apre nell’ambito di pene più severe per i crimini di abusi sessuali, volute dal Governo di Kyriakos Mitsotakis insieme all’estensione dei termini di prescrizione per questo genere di reati. É stato inoltre aperto un sito web dove le vittime posso denunciare le molestie e ricevere assistenza telefonica in tempo reale.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi