Birmania, nuove accuse contro Aung San Suu Kyi

L’ex leader birmana e Premio Nobel per la Pace è stata accusata di aver violato le regole relative al noleggio e all’acquisto di elicotteri

La giunta militare al potere in Birmania accusa nuovamente Aung San Suu Kyi, già condannata a 6 anni di detenzione (leggi qui). Contro l’ex leader birmana e Premio Nobel per la Pace spaccano cinque muovi capi d’accusa.

Stando ai media ufficiali, Aung San Suu Kyi è accusata di aver provocato una perdita finanziaria allo Stato birmano violando le regole relative al noleggio e all’acquisto di elicotteri. Anche l’ex presidente della Repubblica, Win Myint, è stato colpito dalle stesse accuse. 

di: Francesca LASI

FOTO: PIXABAY

Rispondi