Grillo indagato, Conte esprime vicinanza

Al centro del caso ci sarebbero contratti pubblicitari sottoscritti dalla Moby con il blog del comico

Il fondatore del Movimento5Stelle, Beppe Grillo, è stato iscritto nel registro degli indagati a Milano per sospetto traffico di influenze illecite, insieme al patron di Moby, Vincenzo Onorato. Secondo la Procura, Onorato avrebbe chiesto a Grillo una serie di interventi a favore di Moby spa che il leader del Movimento 5 stelle avrebbe veicolato a esponenti politici “trasferendo quindi all’armatore le relative risposte“.

Intanto il leader del Movimento, Giuseppe Conte, in pieno clima da elezione del presidente della Repubblica (leggi qui), ha espresso la sua vicinanza al fondatore, dicendosi fiducioso.

Nell’ambito delle indagini sono state visionate e trasmesse dai pm alcune chat inviate da Vincenzo Onorato a Beppe Grillo e da questo girate a esponenti politici dei Cinque Stelle con richieste per “aiutare” il gruppo di navigazione italiano gravato da debiti finanziari

In particolare, il caso si riferirebbe a contratti pubblicitari sottoscritti tra il blog di Grillo, Beppegrillo.it, e la compagnia di navigazione e nello specifico un contratto per 600 mila euro annui sottoscritto dalla stessa Casaleggio Associati con Moby spa nel triennio 2018-2020.

Nell’ambito dell’inchiesta, coordinata dall’aggiunto Maurizio Romanelli e dal pm Cristiana Roveda, i finanzieri hanno perquisito gli uffici della Beppe Grillo Srl, che ha percepito da Moby spa 120 mila euro all’anno nel 2018 e nel 2019, e della sede legale della Casaleggio Associati.

Stando a quanto reso noto dalla Procura di Milano nel decreto di perquisizione, esisterebbero elementi “che fanno ritenere illecita la mediazione operata” da Beppe Grillo, “in quanto finalizzata ad orientare l’azione pubblica dei pubblici ufficiali in senso favorevole agli interessi del gruppo Moby“.

Sulla stessa Moby, inoltre, è ancora in corso un’inchiesta per bancarotta, coordinata dal pm Roberto Fontana, che vede indagati il patron Vincenzo Onorato e il figlio. Da questa sarebbe nato il filone che vede coinvolto Grillo.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi