Colle, Berlusconi “binario morto”

Il Cavaliere sembra essere indeciso se fare un passo indietro o chiedere lealtà mentre l’idea di Draghi al Quirinale continua a essere sulla bocca di molti, ma non tutti

A differenza di quanto precedentemente previsto, il vertice di centrodestra in programma per oggi in vista del via all’elezione per il Quirinale non si farà.

L’incontro, infatti, è stato “congelato”: Silvio Berlusconi, al momento unico nome noto per un’eventuale candidatura, è rimasto ad Arcore mentre i suoi partiti alleati, Lega e Fratelli d’Italia, reputano ormai infattibile una sua elezione.

Stando a quanto riferiscono fonti azzurre, il Cavaliere sarebbe, da una parte, tentato di evitare a fare i conti, dall’altra determinato a chiedere una prova di lealtà. Nel frattempo, sia Salvini che Meloni sembrerebbero avere un altro nome da proporre, in attesa che Berlusconi si faccia da parte.

Ma il candidato di centrodestra non sarebbe l’unico nodo da sciogliere, in vista del 24 gennaio. Rimane, principalmente, da risolvere le modalità di voto per i Grandi elettori che dovessero risultare positivi al Covid-19. A questo si aggiunge il problema della competenza: un questore spiega che servirebbe un decreto o un provvedimento del Governo, tuttavia, il tema è di materia parlamentare.

Un secondo nodo è quello del legame tra l’elezione al Colle e la continuità dell’Esecutivo stesso. Secondo indiscrezioni, infatti, Draghi avrebbe allertato sulla possibilità che emergano problematiche dopo il voto, ma lui si dice quanto meno impegnato nel permettere alla legislatura e al Governo di continuare la strada intrapresa nella lotta alla pandemia e nella realizzazione del Pnrr.

Il premier stesso, poi, continua a non esporsi in merito ad una sua eventuale candidatura come capo della Repubblica. Gli stessi parlamentari, inoltre, sembrerebbero formare un fronte unito e nutrito conto una sua candidatura. L’idea di una sua possibile elezione, tuttavia, non sembra voler tramontare, soprattutto in caso di stallo. Il centrosinistra sembra infatti aperto alla possibilità, soprattutto nel caso in cui Berlusconi non dovesse fare un passo indietro.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi