Tahiti, scoperti coralli a 30 metri di profondità

Gli scienziati stanno studiando un tratto di barriera al largo dell’isola nel Pacifico che non sembra risentire degli effetti del riscaldamento globale

Scoperte preziose nelle acque di Tahiti. Gli scienziati hanno esplorato un tratto di coralli incontaminati al largo dell’isola che si ritiene sia una delle barriere più grandi mai trovate a una profondità di oltre 30 metri. Pare sia uno dei pochi habitat marini non toccato dai cambiamenti climatici o dalle attività umane. 

Laetitia Hédouin, ricercatrice presso il Centro nazionale francese per la ricerca scientifica di Moorea, nella Polinesia francese, ha visto per la prima volta i coralli durante un’immersione con un diving club locale e alla fine dell’anno scorso ha fatto parte di un team scientifico, guidato all‘UNESCO, che si è immerso per documentarlo.

di: Francesca LASI

FOTO: PIXABAY

Rispondi