Tempesta Ana nell’Africa meridionale, 86 vittime

Piogge torrenziali si sono abbattute nei giorni scorsi in Madagascar, Mozambico e Malawi, distruggendo decine di migliaia di case e danneggiando infrastrutture, scuole e ospedali

Una tempesta tropicale si è abbattuta su Madagascar, Mozambico e Malawi, con un bilancio provvisorio di 86 morti. L’evento climatico, rinominato Ana, ha portato con sé piogge torrenziali che hanno provocato inondazioni (ne parlavamo anche qui) e frane, oltre a ingenti danni alle infrastrutture.

Decine di migliaia di case sono state danneggiate, alcune delle quali sono giunte al crollo, lasciando diverse persone intrappolate fra le macerie; nel Mozambico settentrionale e centrale la tempesta ha distrutto almeno 10mila case, oltre a decine di scuole e ospedali.

Le vittime dei tre Paesi maggiormente colpiti sono state 48 in Madagascar, 18 in Mozambico e 11 in Malawi, dove il Governo ha dichiarato lo stato di calamità naturale. La tempesta si è poi abbattuta anche in Zimbabwe dove però al momento non si registrano morti.

Pesanti danni hanno riguardato anche i ponti e il bestiame, annegato nei campi sommersi e privando di fatto migliaia di famiglie del loro principale mezzo di sostentamento. Gli sfollati in Madagascar al momento sono 110mila e alcuni di essi stanno trovando rifugio nelle scuole e nelle palestre della capitale Antananarivo.

L’Unicef ha reso noto che 10.500 case sono state danneggiate, insieme a 12 strutture sanitarie e 137 scuole.

di: Marianna MANCINI

FOTO: EPA/ANDRE CATUEIRA

Rispondi