Bombardamenti sulle torri tv, cadono 21 civili

Un minibus con a bordo sfollati è rimasto coinvolto in un incidente nella Regione ucraina di Khmelnytsky: 7 morti

L’esercito ucraino ha comunicato che le forze russe hanno sferrato un attacco contro i civili in fuga da Mariupol

È la torre televisiva di Vinnytsia, città sulle rive del fiume Buh nell’Ucraina centrale, l’ultimo bersaglio dei bombardamenti russi. Non sono state segnalate vittime ma i residenti della zona sono rimasti della segnale televisivo. A riferire l’attacco è The Kyiv Independent

Non è la prima torre televisiva presa di mira: l’attacco a Vinnytsia segue quello a Kiev, Kharkiv, Vynarivka e Rivne. In quest’ultimo caso il bombardamento alla torre ha causato anche 21 morti.

Sono 13 milioni le persone in Ucraina colpite a vario titolo dalla guerra, di queste due milioni sono sfollati interni.

Questa mattina a nord di Kiev, e precisamente a Chernihiv, le truppe russe avrebbero ucciso almeno 10 civili in coda per il pane. Lo riferisce il corrispondente di Suspilne News sul posto citato da The Kyiv Independent.

Intanto, stando a quanto dichiarato dal consigliere del ministero dell’Interno di Kiev, Anton Gerashenko, le forze ucraine avrebbero ucciso il quarto generale russo, Oleg Mityaev, sul teatro di guerra di Mariupol. Mityaev comandava la 150esima divisione motorizzata russa ed era un veterano della Siria. 

Le forze russe, dal canto loro, avrebbero sequestrato il sindaco della città portuale ucraina di Skadovsk, Oleksandr Yakovlev, e il suo vice Yuri Palyukh. Lo annuncia il ministro degli Esteri di Kiev, Dmytro Kuleba, su Twitter: «le nazioni e le organizzazioni internazionali devono chiedere alla Russia di liberare immediatamente tutti i funzionari ucraini rapiti!».

Nella Regione di Khmelnytsky in Ucraina un minibus con a bordo degli sfollati è rimasto coinvolto in un incidente d’auto: sono morte 7 persone e altre 9 sono rimaste ferite. L’incidente è avvenuto intorno alle 6 sull’autostrada Kropyvnytskyi-Znamyanka vicino al villaggio di Lozova.

Gli sfollati arrivavano da Dnipro: il minibus si è scontrato con un autobus Setar guidato da un 61enne residente del Donetsk.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi