Giappone: al via la stagione della fioritura dei ciliegi

Dura poco tempo, non ha una data precisa e cambia a seconda delle zone

La fioritura dei ciliegi in Giappone è un’antica tradizione millenaria diffusa in tutto il mondo e prende il nome di “Hanami”, ovvero “ammirare i fiori”. Migliaia di turisti ogni anno arrivano sull’Isola per poter partecipare alle feste sotto i ciliegi in fiore, tipici del Sud-Est asiatico.

Il fiore protagonista dell’Hanami è il ciliegio, “sakura” in giapponese, che riveste molteplici significati importanti. Uno fra questi è il simbolo della caducità della bellezza e della vita, rappresentato dal fiore che sboccia in modo appariscente ma che dura per pochissimi giorni.

Data l’importanza turistica e tradizionale che questo fenomeno ha assunto nel corso degli tempo, ogni anno il servizio meteorologico giapponese allerta la popolazione prevedendo quando avverrà la fioritura, in modo tale da poter preparare in tempo i festeggiamenti e i viaggi.

La fioritura dei ciliegi avviene in periodi diversi a seconda della latitudine e delle condizioni meteo della zona, ma si concentra tendenzialmente in un periodo specifico che va dall’ultima settimana di marzo fino a fine aprile. Nelle regioni meridionali, le fioriture avvengono prima: questo perché il clima è nettamente più caldo rispetto a quelle Nordiche, come il Sapporo, dove la piena fioritura si può osservare anche all’inizio di maggio.

Due sono le date significative: la prima sancisce l’inizio della fioritura, chiamata “kaika”, mentre la seconda si riferisce al momento specifico in cui tutte le gemme sono in fiore, meglio conosciuto come “mankai”. A seconda delle località, trascorrono circa 4-7 giorni dall’inizio al picco. Raggiunta l’apice, i fiori resistono 3-4 giorni al massimo. Dopo di che, l’albero inizia a sfiorire.

Sfioritura che carpisce l’occhio di tutti in particolare grazie alle famose e suggestive “nevicate di petali”, in cui tutto viene ricoperto da fiori trasportati dal vento.

Per la stagione 2022, le prime fioriture si hanno a Fukuoka, dove sono iniziate il 17 marzo e hanno raggiunto il picco già il 27 marzo, e a Hiroshima, dove l’intervallo tra “kaika” e “mankai” è stato tra il 21 e il 29 marzo. A Tokyo quest’anno il periodo di massima fioritura è stato il 27 marzo.

L’ultima località in cui è stato possibile ammirare l’hanami è il Sapporo, all’estremo Nord dell’Isola. Qui la prima gemma è sbocciata il 26 aprile e il periodo di massima fioritura è stato raggiunto il 29, secondo quanto riportato dall’Agenzia Meteorologica Giapponese.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY

Rispondi