La lettera del boss al 41 bis: “Giovani, non inseguite falsi miti come me”

La missiva di Sebastiano Lo Giudice, esponente della cosca catanese dei ‘Carateddi’ e detenuto da 10 anni a Spoleto: “Istruitevi e non prendete esempio da persone come me”

“Istruitevi, aprite gli occhi e lasciate perdere i falsi miti perché prima vi chiameranno amore e dopo vi addosseranno anche le loro responsabilità e potrete gridare quanto volete perché nessuno vi sentirà e nessuno vi crederà”. Lo scrive il boss Sebastiano Lo Giudice, 42 anni, in una lettera inviata all’ANSA, al quotidiano La Sicilia e al sito Livesicilia. Lo Giudice, esponente del clan catanese dei ‘Carateddi’, è detenuto da quasi 10 anni in regime di 41bis nel carcere di Spoleto per associazione mafiosa, estorsioni, traffico di droga e per diversi omicidi commessi tra il 2001 e il 2009.

Approfondisci: Today

Rispondi