Liguria OFF

Lo squallido ricatto politico di Autostrade per L’Italia (Atlantia-Fam. Benetton), che ormai se ne frega altamente delle richieste del MIT, taglia la regione fuori dalle cartine geografiche. Chiusure giorno e notte, automobilisti esasperati. Il Presidente Toti, intanto, abbaia ma non morde

Appello ai turisti: NON VENITE IN LIGURIA. Fatelo per voi e fatelo per i liguri. Andate altrove, senza passare da questa terra. E se dovete andare nelle isole, fate il giro largo.

Altro appello ai trasportatori: NON VENITE NEI PORTI LIGURI. Scegliete altri scali.

Vi sembra una follia suicida? Aspettate che il turismo crolli, e che crollino i porti. Poi quando si riuniscono le due industrie per fare causa in class action contro ASPI e contro il governo, vediamo chi si è fatto più male a giocare a “chi ce l’ha più duro”.

Segue pezzo tratto da La Stampa:

Liguria più lontana, autostrade chiuse per tutta la notte

Stop su A26, A10 e A12 per verificare gallerie a rischio La viabilità arrestata in caso di blocchi strutturali.

Le chiusure 24 ore al giorno sono scongiurate, sostituite da un programma di stop notturni. A partire da quello che, salvo correttivi in extremis, scatterà da stasera alle 22 fino alle 6 sulla A26, tra l’allacciamento A10 e il casello di Ovada. Ma i disagi sulle autostrade liguri non sono finiti: perché le chiusure a intermittenza per eseguire le ispezioni in galleria espongono, comunque, al rischio che lo stop si prolunghi senza preavviso oltre le 6 di mattina, in caso si individuino difetti tali da pregiudicare la sicurezza. Allo stesso tempo, non si fermeranno i lavori già in corso, che inizieranno a essere smobilitati a partire dal 3 luglio, fino a garantire su tutta la rete almeno due corsie aperte.

Approfondisci: La Stampa

Rispondi