Polonia, ammesso l’acquisto di Pegasus

Il leader del PiS sostiene: “nessun oppositore spiato”

Dopo la denuncia sporta da Citizen Lab, organizzazione di monitoraggio sulla cybersecurity (di cui abbiamo parlato qui), è arrivata l’ammissione: il Governo polacco ha acquistato lo spyware Pegasus sviluppato dal NSO Group israeliano.

Tuttavia il leader del PiS, Jaroslaw Kaczynski, ha negato che il software sia mai stato usato per spiare gli oppositori politici. Ha spiegato che è utilizzato dai servizi segreti in molti Paesi nella lotta contro crimine e corruzione: «sarebbe un male se i servizi polacchi non disponessero di questo tipo di strumento», ha dichiarato Kaczynksi.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Rispondi