Nato contro Putin: reale rischio di conflitto in Ucraina

Il segretario Jens Stoltenberg ha accusato Putin di non aver “preso alcun passo per la de-escalation” riducendo i contingenti al confine

Si è tenuta oggi una riunione straordinaria dei ministri degli Esteri della Nato. Nella conferenza stampa il segretario generale Jens Stoltenberg ha accusato la Russia di non aver “preso alcun passo per la de-escalation. L’ammassamento di truppe continua“. Secondo Stoltenberg “il rischio di un conflitto è reale

La settimana prossima si terrà un incontro fra la Nato e la Russia. In quell’occasione mosca dovrà dimostrare “se vuole seriamente intraprendere la strada del dialogo e della diplomazia“.

Stoltenberg è molto chiaro sulla posizione dell’Alleanza che cercherà in ogni modo la “prevenzione dell’uso della forza” ma, allo stesso tempo, deve prepararsi “se il dialogo fallirà“. Fra le conseguenze minacciate ci sono “sanzioni economiche e politiche“, e non si esclude di “aumentare la nostra presenza nei mari orientali dell’Alleanza“.

Il segretario parla anche della crisi in Kazakistan (qui le ultime sulla vicenda) e chiede che “la violenza finisca e che sia rispettato il diritto a manifestare pacificamente“. Nel frattempo Putin questa mattina ha incontrato il presidente kazazo Torkayev (lo abbiamo raccontato qui).

di: Marianna MANCINI

FOTO: EPA/STEPHANIE LECOCQ

Rispondi