È morto Michael Lens, organizzatore di Woodstock

L’impresario musicale aveva 77 anni e se n’è andato a New York a causa di un cancro

È morto Michael Lang, l’impresario che nel 1969 organizzò l’evento musicale più leggendario della storia recente: il festival di Woodstock. Lang aveva 77 anni e se n’è andato a causa del cancro in un ospedale di New York. La sua ultima apparizione risale al 2019, in occasione del 50esimo anniversario da Woodstock per il quale aveva tentato di organizzare un altro maxiconcerto, poi cancellato.

Il primo festival di successo organizzato da Lang vide la partecipazione, nel 1968, di Hendrix, Frank Zappa e John Lee Hooker. Poi il raduno di Woodstock, inizialmente pensato per 50mila persone e organizzato insieme agli amici John Rosenman, Artie Kornfeld e John Roberts. Dal 16 al 18 agosto del 1969 in quel campo a Bethel, nello Stato di New York, ne arrivarono 500mila di persone.

Nonostante l’organizzazione impreparata per gestire un tale afflusso, Woodstock fu un successo sotto tutti gli aspetti e contribuì a rafforzare il mito della musica rock come stile di vita. Nella lineup del festival suonarono una trentina di artisti fra i quali Janis Joplin, Joan Baez, Jimi Hendrix, Joe Cocker, i Who, Santana e i Jefferson Airplane.

Sesso, droga, musica rock, ma anche contestazioni, rivendicazioni sociali e pacifismo: un intero universo nacque (o meglio, si ritrovò) in quel campo. Tanto che qualche anno dopo Lang aveva provato a replicare la magia, senza però ottenerla.

Nel 1999 un evento simile venne rovinato da episodi di violenza e vandalismo; nel 2019 un terzo tentativo è arrivato fino alla stesura della lineup, che comprendeva anche Jay-Z, Miley Cyrus e Dead and Company, salvo poi arrestarsi per il ritiro dei finanziatori e per i mancati permessi dalle autorità locali.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/AP

Rispondi