Capodanno a Milano, i due fermati hanno dato inizio alle violenze

Gli inquirenti starebbero intanto valutando la testimonianza di altre due ragazze. Domani la decisione sulla convalida del fermo di uno dei presunti molestatori

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Mahmoud Ibrahim e Abdallah Bouguedra, i due fermati ieri per i casi di molestie e violenza avvenuti la notte di Capodanno a Milano (leggi qui), avrebbero dato inizio alle aggressioni.

Stando alla ricostruzione della Procura, infatti, loro avrebbero scelto le “prede” prima di chiamare gli amici per accerchiarle e violentarle, mentre gli altri facevano un muro intorno così da nascondere quanto stava accadendo.

Domani il gip di Milano Raffaella Mascarino si esprimerà sul fermo e sulla custodia in carcere del 18enne Mahmoud Ibrahim.

Intanto il numero delle ragazze coinvolte continua a salire. Alle 9 vittime già accertate, infatti, si sarebbero aggiunte altre due ragazze che in una video intervista avrebbero raccontato di essere state coinvolte dalle azioni del “branco”. Sul caso indaga la Procura di Milano, nelle persone del procuratore aggiunto Letizia Mannella e del pm Alessia Menegazzo, insieme alla Squadra Mobile. Gli inquirenti si dicono pronti ad acquisire nuove denunce e testimonianze.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi