Mascherine rosa in dotazione alla Polizia, il sindacato protesta

Il Sap ha scritto al prefetto Lamberto Giannini chiedendo di evitare dispositivi di protezione dal colore “eccentrico” che “rischia di pregiudicare l’immagine dell’Istituzione”

Nelle ultime ore è dilagata una nuova protesta per le mascherine. In questo caso, non si tratta di una class action per l’imposizione dei dispositivi di protezione, ma di una rimostranza del Sap, il sindacato di Polizia, che insorge contro la fornitura di mascherine Ffp2 di colore rosa. I dispositivi in dotazione sono ritenuti “indecorosi” a causa di un colore “eccentrico rispetto all’uniforme e rischia di pregiudicare l’immagine dell’istituzione“.

Il sindacato ha così scritto al capo della Polizia, il prefetto Lamberto Giannini: «non si conoscono le ragioni sottese all’acquisto di mascherine di un colore che dovrebbe apparire prima facie non consono alla nostra Amministrazione e suscita perplessità la scelta di approvare tale acquisto».

La richiesta, in definitiva, è di “preservare il decoro dei propri operatori“, evitando dispositivi di protezione che possano “di un colore che risulta eccentrico rispetto all’uniforme e rischia di pregiudicare l’immagine dell’Istituzione“.

di: Marianna MANCINI

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi