Boris Johnson chiede scusa a Buckingham Palace

Il premier britannico è nell’occhio del ciclone per un festino organizzato nella sua residenza il giorno precedente ai funerali di Filippo

Boris Johnson torna a porgere le sue scuse per gli scandali connessi ai party organizzati a Downing Street in pieno lockdown. Questa volta il premier si rivolge direttamente a Buckingham Palace, tramite un suo portavoce, visto che la nuova festa emersa dalle cronache si è tenuta il 16 aprile, nel giorno precedente ai funerali di Filippo.

Le scuse arrivano dopo che il Telegraph ha fatto esplodere un nuovo scandalo sul premier britannico, la cui posizione è sempre più a rischio (abbiamo raccontato qui la vicenda). Oltre al party di marzo 2020, Johnson avrebbe infatti indetto un secondo festino per salutare James Slack, capo della comunicazione del premier. Secondo le indiscrezioni la festa ha avuto luogo la sera prima dei funerali del Duke of Edinburgh.

di: Marianna MANCINI

FOTO: SHUTTERSTOCK

Rispondi