Tsunami Tonga: due vittime in Perù

Il veicolo su cui viaggiavano le due donne è stato risucchiato nell’Oceano Pacifico. Salvo l’uomo che si trovava con loro

Due donne hanno perso la vita in Perù, sulla spiaggia di Naylamp, nella provincia di Lambayeque, a causa delle onde anomale apparentemente prodotte dall’eruzione del vulcano sottomarino sull’isola di Tonga.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Exitosa, un’onda anomala di grandi proporzioni ha risucchiato nell’Oceano Pacifico un furgone che si muoveva lungo la riva. L’autista del veicolo, Casinaldo Altamirano Huamuro, è riuscito a tornare sulla spiaggia, ma sua moglie e un’amica sono invece decedute, nonostante i tentativi di rianimazione da parte di soccorritori che ne hanno recuperato i corpi in mare.

In merito all’accaduto, Lorena Márquez, responsabile del Centro di Allerta Tsunami, ha dichiarato: «l’eruzione vulcanica avvenuta a Tonga non ha creato un allerta tsunami per la costa peruviana, ma un allarme per onde anomale sulle spiagge del Paese»

Lo tsunami ha raggiunto le coste di diversi Paesi quali il Giappone, l’gli Stati uniti, in particolare l’Alaska e le Hawaii, dove sono state registrate “piccole inondazioni” (leggi qui).

A Nuku’alofa, capitale del regno di Tonga l’ eruzione ha causato una pioggia di cenere e un black-out telefonico. Nelle scorse ore la premier neozelandese Jacinda Ardern ha dichiarato che il Paese è pronto a inviare un aereo militare da ricognizione per sorvolare l’area non appena la nuvola di cenere vulcanica lo consentirà.

di: Francesca LASI

FOTO: PIXABAY

Rispondi