Prostituzione e voodoo, quattro arresti

Fermati gli affiliati di un clan mafioso, il Black Axe

Sono stati arrestati questa notte quattro uomini provenienti dalla Nigeria affiliati alla cosca mafiosa Black Axe. Le accuse sono di tratta di persone, riduzione in schiavitù, sequestro di persona, sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento all’immigrazione clandestina.

L’inchiesta è nata da una denuncia fatta da una ragazza nigeriana, che raccontò le violenze subite nel suo Paese d’origine da parte degli affiliati di un’organizzazione, la Black Axe appunto, che l’avevano rapita e segregata; fu costretta a promettere agli aguzzini il pagamento di 15 mila euro, venne sottoposta a un rito voodoo e si impegnò a recarsi in Italia come schiava.

Sbarcata a Palermo, fu costretta alla prostituzione e alla consegna dei soldi agli aguzzini: una volta riuscita a scappare, si confidò con un pastore che la convinse a denunciare tutto alla polizia.

di: Micaela FERRARO

FOTO: PIXABAY

Rispondi