Salvini a processo per diffamazione aggravata nei confronti di Carola Rackete

L’ex ministro dell’Interno avrebbe ingiuriato la comandante della Sea Watch con dirette video e post offensivi

La Procura di Milano ha notificato la data di inizio del processo che vede al banco degli imputati l’ex ministro dell’Interno Salvini per diffamazione aggravata nei confronti di Carola Rackete. La prima udienza è stata fissata per il prossimo 9 giugno.

I fatti in oggetti risalgono all’estate del 2019 quando Salvini avrebbe, secondo l’accusa, offeso la reputazione dell’ex comandante della Sea Watch 3 con dirette Facebook e post offensivi.

Fra le citazioni incriminate si legge “quella sbruffoncella di questa comandante che fa politica sulla pelle di qualche decina di migranti“, ma anche espressioni come “quella sbruffoncella di questa comandante che fa politica sulla pelle di qualche decina di migranti“, “criminale tedesca“, “ricca tedesca fuorilegge” e “ricca e viziata comunista“.

Rackete sarà parte civile in questo processo.

Nei mesi scorsi, nell’ambito della medesima vicenda, il gip di Milano Sara Cipolla aveva accolto la richiesta di archiviazione del pm Giancarla Serafini per l’accusa di istigazione a delinquere in capo a Salvini dopo una denuncia di Rackete.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/MARCO COSTANTINO

Rispondi