Ue, von der Leyen: “parere su adesione dell’Ucraina in pochi mesi”

La presidente della Commissione europea ha annunciato che il parere richiesto sull’ingresso dell’Ucraina nell’Unione Europea sarà pubblicato tra pochi mesi e non dopo anni. Il Presidente del Consiglio Europeo Michel ha annunciato la creazione di un fondo di solidarietà per il Paese devastato dal conflitto

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato che il parere richiesto sull’ingresso dell’Ucraina nell’Ue sarà pubblicato tra pochi mesi, e non tra diversi anni come è consuetudine nel processo di adesione.

«L’obiettivo è procedere rapidamente, emettere quel parere in pochi mesi e fare tutto il possibile per sostenere l’Ucraina in questo processo che è iniziato» ha dichiarato Von der Leyen in un’intervista al canale France 24, in cui ha insistito sulla situazione “assolutamente straordinaria” del trattamento della domanda dell’Ucraina. «C’è stato un messaggio molto forte a Versailles, l’Ucraina fa parte della nostra famiglia europea» ha dichiarato la Presidente.

La formalizzazione della candidatura da parte del presidente ucraino Volodymyr Zelensky – che aveva chiesto un’adesione accelerata – ha permesso di avviare il processo e ora la Commissione europea ha ricevuto dal Consiglio europeo il mandato di emettere un parere.

«Questa relazione – ha evidenziato von der Leyen – richiede solitamente anni perchè occorre rispondere a migliaia di domande, ma la procedura è stata accelerata sfruttando il fatto che Bruxelles dispone di abbondanti informazioni sull’Ucraina, con la quale l’Ue ha avuto scambi di lunga data e un libero accordo commerciale che copre il 70% degli aspetti da rivedere. Molte cose sono state fatte negli ultimi anni che ci hanno permesso di avvicinarci all’Ucraina».

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha annunciato il sostegno per la creazione di un Fondo di Solidarietà per l’Ucraina per contribuire a fornire servizi di base e soddisfare i bisogni immediati dei cittadini. Lo ha annunciato tramite in un tweet dopo una telefonata con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. «Il Fondo (Usf) darebbe liquidità per un sostegno continuo alle autorità e, a lungo termine, fungerà da spina dorsale per la ricostruzione di un’Ucraina libera e democratica una volta cessate le ostilità I partner potrebbero contribuire all’Usf attraverso una conferenza internazionale di donatori» ha affermato Michel che ha, inoltre, esortato a “costruire un’ampia coalizione anti-guerra”. 

La Norvegia ha aderito al pacchetto di sanzioni dell’Unione europea contro la Russia. Lo annuncia la ministra degli Esteri Anniken Huitfeldt sottolineando che si tratta del “più ampio pacchetto di sanzioni mai imposto dalla Norvegia” e che “le sanzioni sono una risposta all’attacco illegale della Russia all’Ucraina e anche un’espressione della solidarietà della Norvegia con il popolo ucraino”. Le misure che la Norvegia imporrà sono su larga scala e di ampio respiro, ha spiegato la ministra, e hanno lo scopo di paralizzare la capacità della Russia di finanziare la sua guerra illegale contro l’Ucraina.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/OLIVIER HOSLET / POOL

Rispondi