Repressione dei Rohingya, Usa verso la definizione di “genocidio”

Funzionari statunitensi hanno annunciato che il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, dichiarerà “genocidio” la repressione in Birmania

Si attende in giornata, in occasione di un evento presso il Memoriale americano dell’Olocausto, la dichiarazione di Antony Blinken sul “genocidio” dei Rohingya da parte della giunta militare in Birmania.

Ad anticipare la dichiarazioni al Washington Post sono stati dei funzionari dell’amministrazione Biden.

Washington ha già inflitto pesanti sanzioni alla Birmania per la presunta repressione della minoranza musulmana. Le dichiarazioni del segretario di Stato non comporteranno nuove misure ma influiranno sulla pressione al Governo birmano, già accusato dalla Corte penale internazionale dell’Aja.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/HARISH TYAGI

Rispondi