Milano, dall’estero per incassare il RdC: 50 denunce

Venivano da Romania, Austria e Germania per presentarsi all’ufficio postale con documenti falsi: la maxi operazione della Polizia Postale di Roma e Milano

Sventata un’organizzazione criminale che faceva entrare soggetti in Italia da Romania, Austria e Germania per incassare il reddito di cittadinanza dietro presentazione di documenti falsi.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano e dal Servizio Polizia Postale e della Comunicazioni di Roma, ha portato all’arresto di due persone, trovati in possesso di documentazione falsa, alla denuncia di 50 soggetti che avrebbero incassato il reddito senza averne diritto e a 8 perquisizioni nel milanese.

Ritrovati, nell’ambito delle perquisizioni, carte prepagate, ricevute di presentazione dell’istanza del reddito di cittadinanza, messaggi via chat scambiati tra i soggetti coinvolti.

L’inchiesta era partita nel settembre del 2020 ed era stata condotta dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA

Rispondi