Farnesina sconsiglia viaggi non essenziali in Kazakistan

In una nota il Ministero degli Esteri esprime la sua vicinanza agli italiani presenti nel Paese e invoca lo stop all’uso della forza

In concomitanza con l’invio di altre truppe russe in Kazakistan a supporto della repressione delle proteste (lo abbiamo visto qui), con una nota la Farnesina si è rivolta ai cittadini italiani e alle aziende presenti nel Paese “per fornire loro ogni possibile assistenza“. Nel messaggio si legge anche che “restano sconsigliati al momento viaggi non essenziali in Kazakistan“.

L’Italia sta seguendo con grande preoccupazione “i gravi eventi” che da oltre una settimana stanno sconvolgendo il Kazakistan, teatro di un’enorme ondata di proteste sedate con la forza (abbiamo visto qui che il bilancio ufficiale dei morti, al momento, è di 164 vittime e oltre cinquemila arrestati).

«L’Ambasciata d’Italia a Nur Sultan è rimasta sempre operativa in costante contatto con l’Unita di Crisi della Farnesina» e il Ministero degli Esteri “rinnova l’appello affinché cessi l’uso della forza nel paese“.

di: Marianna MANCINI

FOTO: BOGDANOV / AFP

Rispondi