Rapito il sindaco di Velykoburlutska

Il primo cittadino sarebbe stato prelevato dal suo posto di lavoro dalle forze russe e portato alla stazione di polizia locale

L’Ucraina è ancora sotto assedio (leggi qui). Viktor Tereshchenko, sindaco di Velykoburlutska, nella regione nord-orientale di Kharkiv, in Ucraina, è stato catturato dalle forze russe. Lo ha annunciato Oleh Syniehubov, capo dell’amministrazione statale regionale di Kharkiv, in un messaggio video. «Terscheschenko è stato prelevato dal suo posto di lavoro e portato alla stazione di polizia locale. Lo stanno trattenendo e non lo rilasceranno. La gente del posto condanna l’atto”, ha spiegato, aggiungendo che sta lavorando per farlo rilasciare il prima possibile».

Più di 320mila cittadini ucraini sono tornati a casa per combattere nel conflitto. La maggior parte di loro sono uomini. Lo riferisce il Servizio della Guardia di frontiera di Stato, che afferma: «i nostri ragazzi non si arrendono, quindi dobbiamo aiutare, dobbiamo combattere per il nostro Paese. L’Ucraina deve essere libera, come tutte le persone».

L’esercito russo ha lanciato “bombe a grappolo” sul villaggio di Kozacha Lopan, nella regione di Kharkiv, uccidendo almeno 6 persone. Lo ha denunciato il sindaco di una località vicina, Viacheslav Zadorenko su Facebook, secondo quanto riporta Ukrinform. Secondo il sindaco di Derhachi, i russi hanno colpito la stazione ferroviaria, i negozi, le farmacie e altri edifici pubblici situati nel centro del villaggio. 

Un bambino di due anni è morto e altre quattro persone sono rimaste ferite in un bombardamento delle truppe russe a Novy Petrivtsi, nell’oblast di Kiev, a nord della Capitale.

Lo ha comunicato la polizia, spiegando che “con l’artiglieria pesante, il nemico ha sparato sugli edifici residenziali nel distretto di Vyshhorod. Un grattacielo è stato distrutto, le case vicine sono state danneggiate. Al momento si registra la morte di un bambino di due anni e quattro persone ferite”.

In merito all’attacco di ieri al teatro di Mariupol, il ministro della cultura Dario Franceschini ha scritto su Twitter che i Consiglio dei Ministri ha approvato la proposta di offrire aiuti all’Ucraina per ricostruirlo: «l’Italia è pronta a ricostruire il Teatro di Mariupol. Approvata dal Consiglio dei ministri la mia proposta di offrire all’Ucraina mezzi e risorse per riedificarlo appena sarà possibile. I teatri di ogni Paese appartengono a tutta l’umanità». Pronta la risposta del presidente ucraino Volodymyr Zelensky che sempre su Twitter ha scritto: «grazie Dario Franceschini, hai dato un buon esempio da seguire. Insieme ricostruiremo il Paese fino all’ultimo mattone».

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/TWITTER

Rispondi