Napoli, 16enne ucciso dopo tentata rapina

Il padre: «È stato giustiziato, non meritava di essere ammazzato»

Parla il padre di Ugo Russo, Vincenzo, il 16enne ferito nella notte a Santa Lucia, a Napoli, da un carabiniere libero dal servizio durante un tentativo di rapina. Il minore impugnava una replica di pistola in metallo, identica a quella vera. Il militare 23enne, che si è ritrovato l’arma puntata alla tempia attraverso il finestrino, non avrebbe forse potuto notarla e, terrorizzato in auto con la ragazza, si è qualificato prima di sparare tre colpi che hanno raggiunto il ragazzo alla testa e al torace.

Approfondisci: Il Messaggero

Rispondi